Scopri un percorso artistico in continuo divenire, attraverso lo sguardo dinamico della nostra galleria.

La galleria romana Tricromia,  propone le opere dei più rappresentativi artisti della collezione privata nata nel corso di oltre 30 anni di attività da sempre portata  avanti con appassionata ricerca, incentrata principalmente sul disegno e l’illustrazione ma con uno sguardo rivolto anche ad  artisti contemporanei come Paolo e Andrea Ventura, gemelli nella vita e nel talento.

Tante le occasioni da cogliere al volo!

                                                          

LORENZO MATTOTTI -Un uomo, un letto, un’immersione nella notte. In quali sogni è naufragato? Quali sogni ha vissuto in quella pianura, in quel mare, in quel colore?
TULLIO PERICOLI- incisioni su carta Amatruta – I suoi disegni dal tratto elegante e leggero così come i suoi acquerelli sono tuttora pubblicati sulle principali riviste, quotidiani e sulle copertine dei libri di molte case editrici.
LORENZO MATTOTTI -la stanza potrebbe trovarsi in qualunque luogo, in qualunque tempo, e possiamo vederne solo un’angusta porzione, quella immediatamente circostante i corpi di due innamorati distesi, stretti in un’inquadratura perfettamente incorniciata dal formato orizzontale delle pagine di taccuino.
PAOLO VENTURA Paolo Ventura è uno dei fotografi italiani più originali. Ha esposto in gallerie e musei in tutto il mondo e da qualche anno predilige la pittura. Il suo lavoro è presente nelle collezioni del Boston Museum of Fine Arts, della Phillips Collection di Washington, della Maison Européenne de la Photographie di Parigi e del MART – Museo di arte moderna e contemporanea di Trento e Rovereto. In Febbraio 2022 Il Museo Maxxi di Roma acquisisce quattro opere dell’artista.

Non ci sono prodotti che corrispondono alla vostra selezione.

ANDREA VENTURA Nello spazio definito delle architetture di un appartamento, l’interno affiora sulla tela con tutta l’emozione del ricordo e dello stato d’animo.
ANDREA VENTURA Nei ritratti mira a far emergere quella forza espressiva grazie ad un tratto deciso e ad una scelta particolare di alcune tonalità di grigio, verde e azzurri che accostati in modo diverso danno ai soggetti una particolare intensità nello sguardo e nella posa, spesso vigorosa e statuaria.
STEFANO RICCI -Ricordami tricromia/ 01 N. 3 serigrafie polimateriche cm. 70x 70 stampate a dieci colori (pigmenti e materie) con intervento manuale dell’autore su carta Fabriano Rosaspina Bianco 285 grammi. La cartella che contiene le tre serigrafie è stampata su carta acetata. Realizzata nel giugno 2003 per le edizioni Tricromia dalla stamperia Squadro in 50 esemplari per soggetto, firmati e numerati dall’autore da 1 a 50 numeri arabi.