Stefano Ricci

stefano_ricci_portrait

Dell’artista Stefano Ricci, la galleria Tricromia ha proposto  a Roma nel 2002 la prima mostra personale e nel 2004 ha editato il libro e presentato la mostra Sketchbook/02.

Stefano Ricci, disegnatore e artista grafico di fama internazionale, dal 1986 collabora con la stampa periodica e l’editoria in Italia e all’estero (”Frigidaire”, “Per Lui”, “Dolce vita”, “Avvenimenti”, “Linea d’ombra”, “Il manifesto”, “Esquire”, “Panorama”, “Téléma”, “Extra”, “Glamour”, “HP”, “Follow me”, “Liberation”, “Les Inrockuptibles”, “Internazionale”, “Alias”, “Lo Straniero”, “Téléma”, “L’Humanité’e9′′, “Bang”, “la Repubblica”, Mondadori, Rizzoli, Einaudi ed altri). Per i fumetti, oltre ad alcune storie brevi, ha pubblicato Tufo, su sceneggiatura di Philippe de Pierpont, selezionato nel 1997 per il XXV Festival di Angoulême.

Stefano Ricci @Tricromia

La mostra in corso dal titolo evocativo “In Questo Momento”, tocca alcuni temi narrativi contenuti nei cicli di disegni esposti: Eccoli, i Migranti, la Storia dell’Orso, Mia Madre. Frammenti legati tra loro che insieme costituiscono una sorta di piccola geometria di racconto. Dai disegni preparatori del libro “Migranti”, di prossima pubblicazione, all’intima riflessione sulla propria figura materna con i disegni pubblicati nel libro “Mia madre si chiama Loredana”. Per la prima volta in mostra, “Eccoli ”, cinque grandi opere scaturite dall’impressione di grazia e leggerezza sprigionata dalla visione di un vecchio filmato di sedici millimetri girato a Gorizia sulle prime sedute di musicoterapia negli anni di sperimentazioni di Franco Basaglia. “La storia dell’Orso” ovvero la storia vera della fuga di un orso selvaggio ferito da cui nasce un racconto che è un’immersione sensoriale totale in un universo che i lettori non avrebbero mai neppure lontanamente immaginato…

Sketchbook/02

Eccoli

in questo momento