La Galleria

Fogli e colori. Soltanto carta si direbbe… eppure una musica, un mondo. Galleria d’arte Tricromia

La passione della Galleria d’arte Tricromia per la carta e i colori ha compiuto vent’anni. Sulle sue pareti hanno scritto i migliori artisti e disegnatori, portando ognuno i propri respiri e la propria armonia. Altan, Mattotti, Toppi, Bucchi, Pericoli, De Loustal, Igort, Luzzati, Matticchio, Gipi, Toccafondo, Ricci…

Tricromia nasce nel 1990, e da allora la galleria ospita, scopre, promuove disegnatori, artisti e scultori con l’amore per l’arte “semplice” del disegno e anche con spirito giocoso (è anche questo l’arte). Non si accontenta dell’evanescenza di una mostra, degli eventi che accoglie, tutti “a tempo determinato” – così è la caducità di una esposizione – e mette in atto una cura per fermare il movimento di quei colori che vanno e vengono, che periodicamente si posano sulle pareti bianche della galleria per poi volare altrove.

La galleria Tricromia diventa anche editore d’arte. Insieme agli artisti decide di “fissare” la bellezza di quei disegni in una pubblicazione, che vuol dire un libro d’arte – certo – ma anche una scatola, carte, taccuini, persino un teatrino.

Nasce una vera e propria collana editoriale dedicata ai maggiori artisti internazionali.

Il connubio comincia con una mostra di Chiara Rapaccini e il libro “Cose da Guardare Cose da Leggere”. Seguiranno una serie di pubblicazioni “da esposizione”. L’avventura con Lorenzo Mattotti, artista molto presente a Tricromia, si trasferisce sulle pagine di un libro, “Il fantasma nella stanza”, al quale seguiranno “La Stanza”, “Al Finire della Notte” e “Appunti sul Paesaggio”. Il primo contrassegnato da Tricromia, firmato “t”, è “L’Arte della Necessità”, meraviglioso libro di Muñoz. Dei tanti da ricordare, “Attraverso la Città” di Jacques De Loustal, “Sketchbook” di Stefano Ricci, “Il Dettaglio Ignoto” di Franco Matticchio, “Un Giorno smarrito”, libro pop di Tommaso Cascella, “Quaderno da Notte” e “A. Parlando Proprio di Corpo” di Riccardo Mannelli, fino al libro di disegni inediti di Fellini.

Oggi la nuova virgola di Tricromia va a capo. I primi di aprile apre uno spazio nuovo in un palazzo antico, in una galleria con già una storia. Tricromia inaugura con una mostra di Simone Massi impegnato nel nuovo progetto del “Libro d’Artista”.

Seguiranno vari autori, internazionali e con formazioni diverse. Ogni Libro d’Artista sarà un esemplare unico e sarà proprio il suo fruitore, il collezionista che l’avrà scelto, a deciderne il destino, facendone un quadro o il tesoro di uno scrigno, secondo il suo desiderio.


CONTATTI
Vieni a trovarci in Via della Barchetta, 13 – 00186 Roma.

Se desideri contattarci, puoi chiamare ai numeri:
+39 06 6896970 o +39 339 7856006

Se usi Skype ci trovi come: galleriatricromia

Oppure mandaci una mail su: info@tricromia.com

ORARIO DI APERTURA
dal martedì al venerdì, ore 15.00 – 19.00
sabato, ore 10.00 – 19.00

MAPPA